Dermatologia Pelle secca
PELLE SECCA

I SINTOMI DELLA PELLE SECCA: nella pelle secca il normale equilibrio idrolipidico è alterato. Come conseguenza la pelle appare ruvida, arrossata e screpolata, meno resistente agli a genti esterni e facilmente irritabile. Manifestazioni infiammatorie e prurito sono disturbi spesso presenti.

LE CAUSE DELLA PELLE SECCA: la pelle diventa secca quando diminuisce il suo contenuto di acqua intraepidermico o si riduce la capacità di mantenere la naturale idratazione cutanea. Spesso è anche presente un alterazione dei lipidi epidermici. Le cause della pelle secca o xerosi cutanea sono riconducibili a tre categorie fondamentali:

FATTORI COSTITUZIONALI: al di là di eventuali caratteri geneticamente trasmessi sono più esposti alla pelle secca gli individui alle fasce di età più estreme(infanzia e senilità), in cui l'attività delle ghiandole sebacee è ridotta o assente. La secchezza cutanea è inoltre più frequente in gambe e avambracci, che sono le regioni più povere di ghiandole sebacee. FATTORI AMBIENTALI: esposizioni al sole, al vento, al caldo o al freddo, utilizzo di detergenti aggressivi, irritazioni di natura meccanica(sfregamento), utilizzo di indumenti sintetici. FATTORI IATROGENI(cioè secondari a terapie mediche): trattamento con retinoidi(derivanti dalla vitamina A utilizzati nella cura dell'acne), catrame(usato per esempio nella psoriasi) e così via. FATTORI PROFESSIONALI: contatto con solventi e sostanze chimiche, esposizione protetta al sole e ad altri agenti atmosferici. CONDIZIONI PATOLOGICHE: la xerosi è un segno clinico associato ad alcune dermopatie, caratterizzate spesso da desquamazione anomala, ispessimento(ipercheratosi) o irritazione della pelle, quali ad esempio psoriasi, ittiosi e dermatite atopica.

LE MANIFESTAZIONI: quella della pelle secca è un'esperienza frequente e comune a tutti, ed è caratterizzata da sensazioni ben precise:

la "pelle che tira", soprattutto sul volto dovuta alla riduzione di elasticità della cute, che incontra perciò maggiori difficoltà a seguire le contrazioni dei muscoli facciali; il prurito avvertito in maniera particolarmente intensa nelle zone più secche, come le gambe e le braccia; la desquamazione ed eventualmente l'arrossamento, che subentrano quando la pelle è esposta a sollecitazioni particolarmente intense o quando l'irritazione si protrae;

Un altro elemento caratteristico della pelle secca è la sua notevole capacità assorbente nei confronti di creme o prodotti spalmati in superficie: è questo il motivo per cui su una cute arida una crema scompare rapidamente ed è opportuno ripetere l'applicazione. Il vento, il freddo ma anche l'aria secca degli ambienti climatizzati o riscaldati da caloriferi o pannelli accentuano questi disturbi e contribuiscono a rendere ancor più fastidiose le sensazioni sopra descritte.

LE CONSEGUENZE: una pelle secca ha due ordini di conseguenze:

EFFETTI ESTETICI: la cute diventa opaca, grigiastra, ruvida e desquamante, in quanto le piccole squame cornee perdono di compattezza e si staccano in maniera irregolare. La perdita di elasticità e morbidezza esalta inoltre il reticolo cutaneo, determinando un effetto di scabrosità e rugosità. EFFETTI FUNZIONALI: la secchezza configura un alterazione dei lipidi cutanei e una perdita di acqua dello strato corneo(circa il 25% del contenuto normale). Ne conseguono la compromissione della funzione barriera, una maggior permeabilità nei confronti dei microrganismi e sostanze chimiche presenti nell'ambiente, una minor resistenza meccanica e un aumento della reattività ad agenti esterni.

Si possono distinguere due tipi di pelle secca:

la pelle secca ed estremamente secca la pelle secca atopica

LA PELLE SECCA ED ESTREMAMENTE SECCA

Può essere dovuta a cause estreme come:lavaggi frequenti, freddo, ridotta umidità ambientale dovuta al clima o al riscaldamento delle case, eccessiva esposizione al sole, alimentazione non corretta, contatto con sostanze allergiche o irritanti o anche conseguenza di malattie cutanee. Rimuovendo queste cause si possono ripristinare le condizioni ottimali della pelle. Alla base della secchezza cutanea ci possono essere anche cause interne, su cui è meno facile intervenire, come il normale processo di invecchiamento cutaneo, cambiamenti ormonali(ad es. menopausa), disturbi del metabolismo come il diabete.

LA PELLE SECCA ATOPICA

Differisce dalla precedente perché ha causa genetica, legata all'ereditarietà. E' caratterizzata dalla presenza di alcuni acidi grassi Omega-6 che intervengono nella formazione della barriera cutanea. Sono lipidi che compongono le membrane cellulari e inoltre mantengono unite le cellule degli strati più superficiali dell'epidermide, formando una vera e propria barriera che regola gli scambi tra il corpo umano e l'ambiente esterno. Quando questa barriera è alterata la pelle appare disidratata, con possibili irritazioni, arrossamento e prurito intenso. Questo tipo di pelle spesso è associato alla dermatite atopica.

COME TRATTARE LA PELLE SECCA: la pelle secca ed estremamente secca o secca atopica ha bisogno di prodotti specifici di trattamento in grado di ripristinare l'equilibrio idrolipidico alterato, con ingredienti attivi fisiologici o con un adeguato apporto lipidico. Poiché la pelle secca è facilmente irritabile, i prodotti utilizzati devono avere ingredienti selezionati in modo da essere ben tollerati e preferibilmente essere senza profumo.

L'UREA

E' una sostanza naturale presente normalmente sulla pelle e quindi ben tollerata, inodore ed incolore, che aumenta la capacità di mantenere il giusto grado di idratazione cutanea e ridurre l'eventuale prurito. E' quindi idonea per il trattamento della pelle secca ed estremamente secca.

GLI ACIDI GRASSI ESSENZIALI OMEGA-6

Sono delle sostanze fisiologiche in grado di ripristinare la funzione barriera della pelle. Vengono assunti con la normale dieta, ma è stato scientificamente dimostrato che persone con pelle atopica migliorano con un apporto supplementare, anche con l'applicazione esterna sulla cute.

COME DETERGERE LA PELLE SECCA

La detersione della pelle secca deve avvenire con detergenti delicati e poco schiumogeni, che non asportino il film idrolipidico già parzialmente alterato. Possono inoltre contenere agenti lipidizzanti o lenitivi e preferibilmente essere senza profumo. Periodicamente sono da utilizzarsi detergenti oleosi, in grado di apportare un elevato tenore lipidico e ridurre la sensazione di prurito.

Farmacia Picconi del dr. Picconi Filippo - © 2017 - P. IVA 01822740476
web design - hosting - software