Fitoterapia Erbe dannose in gravidanza

ERBE DANNOSE IN GRAVIDANZA

PIANTA EFFETTO
Aloe Lassativo con azione altamente irritante; ad alte dosi può provocare la congestione del piccolo bacino con aumento del flusso sanguigno, delle mestruazioni ed effetto abortivo. Controindicato anche durante l'allattamento.
Cimicifuga Azione estrogenica e anti-ormone luteinizzante (che agisce sull'ovaio).
Spino cervino Purgante drastico; può provocare vomito, dolori addominali, diarrea e gastroenterite.
Cascara Lassativo, pericoloso se usato a dosaggi elevati o per lungo tempo.
Agnocasto Azione progestinica e antiestrogenica, stimola la produzione di ormone luteinizzante e inibisce la secrezione di prolattina.
Partenio Possibile azione teratogena e mutagena e forse anche ossitocica.
Rafano tedesco Controindicato quando viene usato fresco come condimento.
Liquirizia Provoca innalzamento della pressione arteriosa e squilibrio elettrolitico.
Ruta A dosaggi alti risulta ossitocica e abortiva. Può provocare anche metrorragie e gastroenteriti.
Salvia Contiene frazioni estrogeniche. Evitare soprattutto l'olio essenziale che ha azione convulsivante.
Senna Lassativo, può provocare spasmi intestinali con perdita di elettroliti.
Ortica Azione emmenagoga (provoca le mestruazioni).
Tanaceto Provoca emorragie uterine e aborto.
Assenzio Azione emmenagoga e, a dosaggi elevati, abortiva.
Aglio Evitare un uso eccessivo come condimento (possibili emorragie).
Zenzero Evitare un uso eccessivo come condimento ( emmenagogo ad alti dosaggi).
Curcuma Evitare un uso eccessivo come condimento ( possibile citotossicità).
   
Farmacia Picconi del dr. Picconi Filippo - © 2017 - P. IVA 01822740476
web design - hosting - software