Omeopatia Trauma

TRAUMA

Il termine trauma indica una lesione provocata da un'azione violenta esterna sulla superficie del corpo umano. Le conseguenze possono essere:

Contusione, lesione dei tessuti molli. Ematoma, raccolta di sangue localizzata nelle parti molli superficiali. Distorsione, perdita momentanea dei rapporti articolari con o senza lesione dei legamenti; si presenta con dolore, edema e impotenza funzionale. Lussazione, perdita dei rapporti articolari; si presenta con dolore, gonfiore, impotenza funzionale e deformazione caratteristica. Frattura, si presenta con dolore, impoteza funzionale, deformazione.

Per le forme più semplici di trauma è possibile scegliere il rimedio omeopatico più adatto:

Apis mellifica

E' indicato nel "blocco" articolare, periartrite, postumi di interventi chirurgici alle articolazioni. Caratteristici sono i dolori trafittivi, brucianti, migliorati dalle applicazioni fredde, aggravati dal calore e dal contatto. E' presente edema "rosato".

Arnica montana

E' il rimedio usato sistematicamente nei traumi: contusione, caduta, incidente, fatica fisica, emorragia post-traumatica, interventi chirurgici. Agisce a livello del tessuto muscolare e del microcircolo. La sensazione è di dolore contusivo e di "letto troppo duro". I sintomi si aggravano con il contatto, il movimento, le vibrazioni e migliorano con il riposo.

Bellis perennis

E' il rimedio complementare di Arnica, soprattutto nei traumi di alcune regioni ( seno, sacro, coccige ), nel "surmenage" fisico e nel post partum. Caratteristica è la sensazione di contusione, l'aggravamento con il contatto e il miglioramento con il riposo e in posizione distesa. Si associano fenomeni emorragici.

Bryonia Alba

E' indicata per il versamento articolare e il dolore post-traumetico trafittivo, caratterizzati dall'aggravamento con il minimo movimento e la ricerca della immobilità assoluta. I sintomi migliorano anche con la pressione forte e con il calore; si consiglia di alternare con Apis mellifica.

Calcarea phosphorica

Viene utilizzata per favorire il processo riparativo a livello del callo osseo in presenza di frattura ossea. Si consiglia di associare Symphytum.

Hypericum perforatum

E' indicato nel dolore acuto e intollerabile irradiato dalle nevriti periferiche e traumatiche, nello schiaccimanto delle dita, nelle punture che non sanguinano, nelle nevralgie dopo estrazione dentaria, nelle nevriti post-erpetiche.

Ledum palustre

E' indicato nelle punture dolorose senza sanguinamento, nelle punture di insetti, nei morsi di animali, nelle distorsioni delle caviglie e nei traumi oculari ( utilizzato insieme ad Arnica ). Caratteristico è l'edema freddo, il pallore o il colorito cianotico, le parestesie. Miglioramento con le applicazioni fredde e aggravamento con il calore e il movimento; frequenti sono le ecchimosi e gli ematomi.

Ruta graveolens

Utilizzato in medicina dello sport per gli sforzi tendinei e per le distorsioni e lussazioni. I sintomi migliorano con il calore e con il movimento, aggravano con il riposo e la palpazione della regione interessata.

Staphysagria

E' indicato nelle ferite lineari a margini netti ( ferite da taglio e ferite chirurgiche ) e nella dilatazione forzata degli orifizi ( gastroscopia, colonscopia e rettoscopia ).

Symphytum

Facilita la formazione del callo osseo dopo frattura, è utile nei traumi oculari e nei dolori tendinei da sollecitazione eccessiva ( epicondilite ). E' presente una marcata sensibilità dolorosa delle inserzioni tendinee e del periostio.

Farmacia Picconi del dr. Picconi Filippo - © 2017 - P. IVA 01822740476
web design - hosting - software