Dietetica Ipertrigliceridemia

DIETA NELLA DISLIPIDEMIE

DIETA A BASSO CONTENUTO DI TRIGLICERIDI

 

INDICAZIONE: ipertrigliceridemia pura (in presenza di ipercolesterolemia associata, va consigliata la dieta per la riduzione della colesterolemia)

L'aumento dei TRIGLICERIDI nel sangue e' legato (salvo forme di dislipidemia familiare) alla introduzione di CALORIE IN ECCESSO, particolarmente se associate alla introduzione di forti quantita' di CARBOIDRATI ed alla assunzione di ALCOOL. Vanno individuate le forme di ipertrigliceridemia secondarie ad ipotiroidismo, diabete mellito, uso di estro-progestinici. Il paziente con ipertrigliceridemia ed in sovrappeso deve essere riportato al peso ideale con una dieta equilibrata che apporti circa 20 Kcal/Kg di peso ideale (ad esempio Kg 60 peso ideale x 20 = 1200 Kcal al di'). Va aumentato l'apporto di verdura e legumi ricchi di fibra alimentare, ed il consumo di pesce con almeno tre pasti settimanali (sono in commercio pillole contenenti grasso di pesce con effetto ipotrigliceridemizzante). Va aumentata inoltre l'attivita' fisica se il soggetto conduce vita sedentaria. Per misurare correttamente il tasso dei trigliceridi e non avere dati fuorvianti e' fondamentale che il prelievo di sangue venga effettuato dopo almeno 12 ore di digiuno e che il pasto della sera precedente l'esame sia stato leggero. L'assunzione di caffe' e' in grado di aumentare la trigliceridemia. Giova ricordare che in gravidanza e' fisiologico e quindi normale trovare valori di trigliceridi fino a 300 mg/dL, e che non vanno instaurati regimi dietetici particolari in questo caso (salvo se consigliati per la presenza di sovrappeso).

 

ALIMENTI CONSIGLIATI

- Pane, pane integrale; grissini, crackers, biscotti secchi normali e integrali (in dose limitata se in sovrappeso)

- Pasta, riso normali e integrali (in dose limitata se il paziente e' sovrappeso)

- Latte e yogurt magri

- Uova: consentite 2 uova alla settimana (calcolare anche la presenza di tuorlo d'uovo)

- Formaggi magri (mozzarella, ricotta di pecora, taleggio magro, ricotta fresca, fontina, robiola)

- Carne: preferire la carne magra; eliminare tutto il grasso visibile e la pelle. Utilizzare metodi di cottura con pochi grassi tipo forno, griglia, lessatura

- Prosciutto crudo sgrassato, bresaola

- Pesce: tutte le qualita'. Almeno 3 razioni settimanali da 150-200 grammi ciascuna

- Tutta la verdura ed i legumi sia crudi che cotti

- Tutta la frutta fresca salvo quella contenente molto fruttosio (vedi alimenti sconsigliati)

- Olio di oliva, mais, girasole e margarina vegetale molle in quantita' limitata

- Erbe aromatiche, aceto, limone, aromi vari

 

ALIMENTI SCONSIGLIATI O PROIBITI

- Pane, pasta, riso, grissini, crackers consentiti nella quantita' limitata fornita dalla dieta se il soggetto e' in sovrappeso e deve dimagrire

- Latte intero, panna

- Formaggi grassi (provola - edam - certosino - pecorino - asiago, bel paese - caciotta, provolone - gorgonzola - emmenthal - parmigiano e grana - mascarpone - brie, cheddar)

- Carne grassa, salumi, interiora

- Uova in quantita' superiore a quella concessa

- Frutta ricca di fruttosio: uva, fichi, cachi, banane, ananas

- Tutti i grassi solidi e di origine animale: burro, lardo, strutto

- Zucchero ed alimenti che lo contengano: dolci e dessert in genere, creme, cioccolato (preferire un piatto di frutta alla fine del pasto!)

- Vino e alcoolici soprattutto a forte gradazione - Birra (consentita quella analcolica)

Farmacia Picconi del dr. Picconi Filippo - © 2017 - P. IVA 01822740476
web design - hosting - software